Assohotel Emilia Romagna: Ristoranti pieni, ma per gli albergatori 'bisogna pianificare'

Turisti alla Tomba di Dante. caldo le reazioni degli operatori non bocciano le feste consumate in città. Quest' anno i sorrisi non mancano anche se non si spengono le voci fuori dal coro che chiedono misure di lungo respiro e strategie per vincere la competizione turistica. 

Il bicchiere mezzo pieno Una soddisfazione condivisa anche da Maurizio Bucci, imprenditore alberghiero e della ristorazione. «Abbiamo lavorato tutto dicembre e Capodanno è andato meglio del 2017, anche all' hotel Mosaico che di solito rallenta. Ci ha stupito anche Natale, abbiamo chiuso per pochi giorni solo a Punta Marina. Il centro è bello a prescindere dagli eventi, e quest' anno era vivo e pieno di gente.
Se devo guardare il bicchiere, lo vedo mezzo pieno. Il trend nazionale è in crescita, Ravenna cresce meno ma le potenzialità ci sono, con Romagnawelcome dmc pensiamo acercare nuovi mercati. Quanto ad aumentare i giorni di permanenza dei turisti, è la città per prima a non crederci: dobbiamo intercettare i flussi, vendere un' emozione anche tramite gli influencer».


Un piano strategico «Per le feste di Natale e dell' ultimo dell' anno, abbiamo fatto un "buon campionato", ma un campionato di serie B, rispetto a molte altre città italiane competitrici. Riusciremo, di qui in avanti, a lavorare sinergicamente, pianificando strategicamente?». Questa è una delle domande poste da Filippo Donati, albergatore e presidente di Assohotel Confesercenti, in un post su Facebook.
Invoca un piano strategico del turismo sulla scia di quello nazionale e di quello regionale e torna a chiedere: «Quali investimenti da qui ai prossimi 3/5/10 anni?
Sto parlando di investimenti, non di allestimenti, parlo di strategie, non di sagre, perché vorrei avere più turisti che si fermano in città e non che si limitano a visitarla ed attraversarla, dedicandole qualche ora.

 

 

Manca un piano strategico del turismo per la nostra città, per i nostri lidi. Per il resto, rimanete pure a gorgheggiare felici che la "sensazione" è che sia andato tutto bene: se ven dole camere del mio hotel a 5 euro, l' hotel sarà pieno per i prossimi 10 mesi, ma tra quattro settimane sarò costretto a chiudere...
e smettetela di confondere eventi con iniziative e turisti con escursionisti: questo è solo il gioco della politica, non dell' economia». 

 

stralcio da Corriere della Romagna