Assohotel Ravenna: spazi green per i parcheggi degli hotel

Entro il mese di aprile saranno pubblicati i bandi per i parcheggi 'pertinenziali'. L'amministrazione comunale ha individuato cinque aree Milano Marittima e Tagliata, cui se ne potranno aggiungere altre, che metterà a disposizione di alberghi e strutture ricettive per la realizzazione di parcheggi destinati ai loro clienti. Le aree si trovano a Tagliata, in viale Colombo e viale Milazzo, nella zona Malva sud e di fronte al Magazzino comunale.

 

Da una stima indicativa si prevede che si possano realizzare almeno 2.000 posti auto. Il tutto nell'ottica di liberare le strade per creare condizioni più agevoli e sicure a pedoni e ciclisti e favorire così una mobilità più leggera. La prospettiva è quella di giungere in futuro a un'offerta turistica veramente sostenibile e innovativa. «Stiamo lavorando alla preparazione dei bandi che usciranno il prossimo mese - ha spiegato l'assessore ai Lavori pubblici, Natalino Giambi -. Saranno due, uno per le aree a nord della città e uno per quelle a sud, con una concessione a lunga scadenza, 90 anni, e un canone d'affitto calmierato molto basso perché la realizzazione degli stalli sarà a carico dei concessionari».

 

Gli imprenditori dovranno infatti sostenere tutte le spese di realizzazione, compreso recinzione, illuminazione, sistemi di sicurezza, attrezzature, assicurazioni e tutti i servizi complementari come ad esempio navette per il transfer da e per l'hotel. Positiva la risposta degli albergatori aderenti ad Assohotel Confesercenti e Federalberghi Ascom Confcommercio che si sono riuniti nei giorni scorsi in assemblea comune presso la sede dell'Ascom per sciogliere dubbi e confrontarsi sulle opportunità e linee da adottare in vista del nuovo bando.

 

Lo spirito è quello di unire le forze per partecipare in forma associazionistica o consortile. Questo sistema di parcheggi pertinenziali consentirà fra l'altro di liberare gli spazi interni degli alberghi, ora adibiti a parcheggio, che potranno essere convertiti in giardini e spazi aperti o sfruttati per aumentare i servizi destinati alla clientela, ipotesi valutata concretamente da molti operatori. Inoltre darà modo a coloro che intendono ristrutturare l'albergo di reperire i necessari posti auto per adeguarsi alla normativa vigente che prevede un posto auto per ogni camera.

 

«Abbiamo lavorato intensamente da circa due anni su questa ipotesi - ha aggiunto la presidente Confesercenti Monica Ciarapica -, che è sicuramente innovativa. Se gli albergatori ci crederanno, come pare dalle prime indicazioni ricevute, sarà una vera e propria svolta nell'uso del territorio, in un'ottica 'green', come tutti auspichiamo». 

 

stralcio da Il Resto del Carlino